CHI SONO

Era l’anno 1980 un giornale costava 300 lire , il biglietto del tram 200 lire e una tazzina di caffè 250 lire. L’inflazione saliva al 22% cresceva la sfiducia nel sistema democratico , cresceva il terrorismo, cresceva la crisi politica e saliva l’assenteismo nelle grandi fabbriche, il debito pubblico era già a 43 miliardi!

In Italia il petrolio era aumentato del 100%, il costo del lavoro del 29%, il costo del denaro era al 25% e nonostante la chiusura di 14 fabbriche automobilistiche si registrava il più alto numero di vendite di auto italiane ed estere. Sul mercato interno si registrava un boom di vendite con la produzione industriale che aveva un incremento del 7%. I soldi giravano eccome ed erano tanti …… non quadrava nulla e nessuno ci capiva nulla ed i numeri italiani per nulla “ coerenti” facevano il giro del mondo . Inizia la lotta all’evasione e si inventa la ricevuta fiscale ma si scrive sempre 10 al posto di 100 ed il rimanente 90% era sempre in nero e nessuno sapeva chi lo produceva. Arrivano i grandi scandali , le gigantesche frodi dei petroli ad opera dei politici ( 2000 miliardi di lire) , quella di Italcasse ( 1000 miliardi di lire) e le svalutazioni che collassano la borsa che perde in modo disastroso. Ci sono gli attentati di Bologna e la strage di Ustica, il terremoto dell’Irpinia e lo scandalo scommesse che non risparmia nemmeno il piacere degli italiani .. il calcio. Era la fine di dicembre ed era il regalo di Natale con cui si chiudeva un anno disgraziato per l’Italia e molto amaro per gli italiani.

Ebbene io iniziai il mio percorso lavorativo partendo da qui, da questi terremoti: in economia, nelle banche, nel commercio, nei prezzi, nella politica in un anno da dimenticare. Ho vissuto questi ed altri eventi economicamente più tragici come le numerose svalutazioni, l’accordo del Plaza Hotel di New York del 1985, il lunedì nero del 19 ottobre 1987, la caduta del muro di Berlino del 1989, la rottura del Sistema Monetario Europeo del 1992, la caduta delle torri gemelle del 2001, la bolla speculativa o la crisi dei mercati azionari , quella dei Mutui SubPrime di Lehman Brothers ed il caso Bernard Madoff del 2008, la crisi dell’ Euro Zona del 2012, o quella del Rublo del 2014.

Oggi ho lo stesso entusiasmo e continuo a fare trading , grazie a metodo e disciplina con le quali ho saputo gestire al meglio i rischi sempre presenti ed insiti nei mercati. La tecnologia mi ha dato un enorme aiuto per costruire un valido metodo scientifico ed io ho sposato la tecnologia.

Un bravo pilota con regole chiare e conoscenza dei propri limiti ma con una grande macchina, ecco il binomio vincente. Diversi gli incidenti, forse qualcuno evitabile, ma con airbag e protezioni fantastiche nessuno mortale! In economia per chi perde ma c’è sempre qualcun altro che vince. Sentire dire ” perdono tutti” è la frase che grazie ai risultati consentiti mi fa più sorridere e che mi da forza per continuare.

Buon trading a tutti!

Tiziano Testa

HPIM1037

Esperienze lavorative

Aprile 1981 Dicembre 1986

RPMARTIN ITALIA SPA - GRUPPO BIERBAUM – via Meravigli n.16 24121 Milano (Italia)
Società di intermediazione Mobiliare - BROKER ED OPERATORE IN CAMBI

Dicembre 1986 Dicembre 1994

EUROBROKERS SIM Via Rosellini n.2 24121 Milano (Italia)
Società di intermediazione Mobiliare - BROKER ED OPERATORE IN CAMBI RESPONSABILE SETTORE FOREX

Dicembre 1994 Marzo 1998

INTERFIN SIM Via Vittor Pisani n. 42 24121 Milano (Italia)
Società di intermediazione Mobiliare -DIRIGENTE - BROKER ED OPERATORE IN CAMBI RESPONSABILE SETTORE FOREX

Giugno 1999 Giugno 2001

ICM FOREX SPA Via Vittorio Veneto n.32 24121 Milano (Italia)
Società di intermediazione in cambi EX ART.107 - VICEPRESIDENTE DEL CDA

Luglio 2001 Dicembre 2010

LUXORLAB SRL P.tta San Bartolomeo n.5/a 24018 Bergamo (Italia)
Sviluppo software – Ricerca sperimentale nel campo dell’economia - PRESIDENTE CDA

Gennaio 2007 Marzo 2010

TRADE24 SPA Via Terraglio n.49 31100 Treviso ( Italia)
Società di intermediazioni in cambi EX ART.106 - Start up e sviluppo - DIRETTORE

Maggio 2010 Dicembre 2013

AG. CATTELANI G. Allianz Bank Financial Advisor via L. Ariosto n.6/a 42100 Reggio Emilia (Italia)
CONSULENTE FINANZIARIO

Da Maggio 2013 (Presente)

WEAKRISK S.R.L. Via Verdi n.2 24121 Bergamo (Italia)
Sviluppo software per mercati finanziari - CO-FOUNDER– DIRETTORE

TRADING

Per fare trading sui mercati finanziari si devono adottare regole precise, avere coerenza, disciplina ed una strategia che indichi quali asset inserire nel portafoglio in funzione della propensione al rischio e degli obiettivi temporali. Si definiscono gli asset come scelta di medio periodo, e si opera con una tattica che indichi come movimentare il portafoglio all’interno dei vincoli posti dalla strategia con scelte di breve periodo. La difficoltà è la gestione psicologica delle decisioni, ed è un fatto ormai scientificamente provato che una perdita pesi psicologicamente come tre guadagni di pari entità. La mancanza di disciplina suggerisce una domanda inquietante: la finanza è un gioco a somma zero? Ad un guadagno di un partecipante corrisponde una perdita di pari importo di altri partecipanti e viceversa? In termini semplici, ci si spartisce sempre la stessa torta che non diventa mai più grande a seguito dell’attività dei “giocatori”. I difensori dei mercati finanziari fanno notare come gli stessi non possono essere definiti “a somma zero” perché il valore dei titoli scambiati tende a crescere in conseguenza della naturale crescita economica. Le azioni, producono utili e le obbligazioni staccano cedole anche a prescindere dalla negoziazione (e quindi dalle azioni dei “giocatori”). E’ evidente che chiunque non disponga dei requisiti professionali dei grandi trader debba tener presente del potenziale pericolo insito nel trading. Gli investitori non esperti, devono sempre considerare che è illusorio sperare di ottenere dai mercati finanziari con la negoziazione, un extra-rendimento rispetto a quello connaturato agli strumenti stessi: utili per le azioni e cedole per le obbligazioni. In sintesi, non è tecnicamente corretto definire i mercati finanziari un gioco a somma zero, ma è bene che gli investitori non esperti lo considerino tale.”

Soluzioni

Negli ultimi anni abbiamo assistito a numerosi errori sistematici di valutazione, c’è stato un errore collettivo di percezione del mercato, le perdite hanno superato di parecchie volte quello che i migliori esperti credevano si potesse perdere in caso di crisi. Di fronte a tante evidenze contrarie e per il continuo mutamento degli eventi socio economici e geopolitici è bene attenersi a previsioni che possano variare velocemente a seconda di come evolvono gli eventi. Non c’è fondamento per i valori che compongono la ricchezza, l’unico prezzo che esiste è il prezzo presente, quello della realtà del momento che riflette la migliore previsione futura, ma null’altro oltre questo. In ogni istante, elementi della vita politica e della vita sociale influenzano la vita economica, non esiste un processo puramente economico di gravitazione dei valori intorno alle aspettative a lungo termine. Chiunque operi sui mercati finanziari si espone ad un rischio, una rigida disciplina è l’unico rimedio per non incappare in incresciose situazioni difficilmente rimediabili, per questo motivo molti oggi si affidano ai Trading System.

Un Trading System è un insieme di regole attraverso il quale i dati di una serie storica vengono interpretati e sulla base delle quali si giunge a segnali di acquisto o vendita. Queste regole possono essere formalizzate nella mente dell’operatore, sulla carta o racchiuse in un programma per computer; non c’è differenza. Chi si affida ad un Trading System decide di eliminare temporaneamente la soggettività e le valutazioni di tipo emotivo dal proprio processo decisionale. Nella progettazione di un Trading System si parte dall’assunto che i movimenti di mercato non siano completamente casuali, si suppone che esistano, all’interno di una serie storica, delle regolarità di qualsiasi natura, che possano essere individuate ed utilizzate per trarre un profitto. Si ritiene quindi che nel comportamento dei prezzi passati si nasconda, in qualche misura, il comportamento dei prezzi futuri, o, perlomeno, che parte del comportamento dei prezzi futuri possa essere dedotta dal comportamento passato di una serie storica. Chi condivide questa visione del mercato, ritiene i movimenti passati di una serie storica influenzino l’andamento futuro del mercato. Progettare un sistema significa cercare una regolarità o un insieme di regolarità formalizzabili che saranno utili per prevedere l’andamento futuro di uno strumento finanziario in maniera statisticamente corretta. Il trader rimane comunque responsabile delle scelte di medio periodo e decide su quali strumenti finanziari applicare il Trading System e quanto capitale assegnargli.

Questi i vantaggi derivanti dall’utilizzo di un Trading System :

  1. Viene eliminata la componente emotiva che spesso porta ad operare in modo difforme dalle regole che ci si è imposti e che ci porta ad operare in modo non corretto, il computer è privo di emozioni, elabora e comunica le decisioni operative, l’ingresso e l’uscita dal mercato saranno coerenti e basati su criteri logici.
  2. Viene eliminato lo stress dovuto ad operazioni negative, esiste una sorta di deresponsabilizzazione del trader, la macchina ha sbagliato, non il l’uomo riducendo il logorio psicologico legato alla necessità di prendere continuamente decisioni operative rischiose.
  3. La tattica adottata e le decisioni strategiche possono essere testate sul passato per sapere come si sarebbe comportato il nostro portafoglio in specifiche fasi di mercato. Questo permette valutare il rischio della tattica di trading che si adotta adattando la propria operatività al capitale di rischio disponibile in rapporto agli obiettivi attesi.
  4. Si ha il vantaggio di stabilità, di affidabilità di automatismi di un sistema rodato e collaudato.

weakrisk-logo

Disclaimer

Questo sito e precisamente www.tizianotesta.it/com non è stato realizzato al fine di offrire, raccomandare o sollecitare l’investimento, quindi eventuali analisi pubblicate ed ogni altra informazione e/o indicazione eventualmente forniti hanno carattere puramente informativo ed indicativo e non costituiscono in alcun modo consulenza finanziaria, né costituiscono sollecitazione del pubblico risparmio. Le indicazioni riportate vengono proposte come elementi di studio o spunti di riflessione; Tiziano Testa declina pertanto, ogni responsabilità per le eventuali conseguenze negative che dovessero scaturire da un’operatività fondata su suddette indicazioni. E’ bene sapere e ricordare che: i mercati finanziari sono aree fortemente speculative e a rischio quindi l’eventuale utilizzo dei dati e delle informazioni come supporto di scelte di operazioni di investimento è a completo rischio e pericolo dell’utente. Eventuali risultati riportati si basano su risultati di performance simulati o ipotetiche che hanno certe limitazioni intrinseche. A differenza dei risultati mostrati in un record di prestazioni reali, questi risultati non rappresentano trading reale. Inoltre, poiché queste operazioni non sono state effettivamente eseguite, questi risultati possono avere sotto-o sovra-compensato l’eventuale impatto, di alcuni fattori di mercato, come la mancanza di liquidità. Inoltre, il commercio ipotetico non comporta rischio finanziario, e nessun record di trading ipotetico può completamente spiegare l’impatto del rischio finanziario nel trading reale. Ad esempio, la capacità di sopportare le perdite o di aderire ad un particolare programma di trading malgrado perdite da negoziazione sono punti fondamentali che possono anche influenzare negativamente i risultati effettivi di negoziazione Questo sito non è proprietà di una banca, né di un istituto di credito, né reale né virtuale, non offre servizi bancari di alcun tipo, forma o aspetto, non esercita in alcun modo attività creditizia o altra inerente allo specifico settore bancario. Tiziano Testa ha la facoltà di modificare in qualsiasi momento, a propria esclusiva discrezione, i contenuti, le modalità operative e di funzionamento del sito senza obbligo di avviso. L’Utente riconosce e concorda che Tiziano Testa non potrà in nessun caso essere ritenuto responsabile per eventuali danni di qualsiasi genere e natura in qualsiasi modo derivanti dall’utilizzo del sito. Non è garantita l’assenza di errori su quanto elaborato manualmente o su quanto generato direttamente da software e quindi esposto. Il continuo e tempestivo aggiornamento del sito non è garantito; in nessun modo, pertanto Tiziano Testa non sarà ritenuto responsabile per eventuali interruzioni nell’aggiornamento del sito. Gli utenti sono autorizzati, per fini di utilizzo strettamente personali, a salvare, registrare e stampare le informazioni presenti sul sito, ma in nessun caso è permesso all’utente di pubblicare, ritrasmettere, ridistribuire o riprodurre in qualunque altro modo qualsiasi informazione in qualsiasi formato a terzi, salvo autorizzazione di Tiziano Testa.

CONTATTI